Confettura extra di amarena 200g

200g Confettura extra di amarena.

PRODOTTO E CONFEZIONATO IN ITALIA DA GENUINO SOC. COOP. AGRICOLA – DUGENTA (BN)
Ingredienti: amarena, zucchero, succo di limone

120 g di frutta per 100 g di prodotto finito

4,00

La confettura extra di amarena è un prodotto artigianale realizzato nel rispetto delle tradizione e della stagionalità delle materie prime. Provala sul pane tostato e fette biscottate oppure usala per farcire torte e crostate.
La confettura è un prodotto naturale al 100% poiché realizzato senza l’utilizzo di pectina, addensanti, coloranti o conservanti ed ottenuta utilizzando ben 120 g di frutta ogni 100 g di prodotto finito.

La confettura extra di amarena nasce coniugando l’antica tradizione di lavorazione locale con le esigenze del nuovo mercato. Uso esclusivo di frutta locale sempre fresca.

L’azienda Agricola Di Cerbo – Genuino Soc. Coop. Agricola ha realizzato un modello di laboratorio di trasformazione funzionale alle proprie esigenze, composto da macchine ed attrezzature tecnologicamente avanzate.
All’arrivo della materia prima utilizzata viene eseguito il lavaggio in modo da eliminare le particelle di terra ed altri eventuali residui, effettuata nella vasca di lavaggio. Tale vasca ha la presenza di un nastro trasportatore per far avanzare il prodotto al risciacquo finale sotto acqua corrente. Successivamente viene eseguita la cernita effettuata manualmente su di un tavolo cernita con lo
scopo di eliminare la frutta danneggiata. In questo modo gli operatori garantiscono che venga utilizzata solo frutta matura, pulita e senza ammaccatura.

Le amarene così preparate passano alla “cottura” con l’aggiunta di zucchero. Poiché la quantità di zucchero dipende dal tipo di frutta utilizzata e dal grado di maturazione, viene misurato il grado Brix per stabilire la quantità di zucchero da aggiungere affinché si abbiano le caratteristiche commerciali volute. Tutto ciò viene fatto perché l’elevata concentrazione zuccherina abbassa l’acqua libera dopo la pastorizzazione, impedendo lo sviluppo dei microrganismi e la denaturazione del prodotto.
È, inoltre, importante conoscere il pH per capire quali microrganismi possono crescere.

Nella fase finale della lavorazione la conserva viene confezionata in vasi. Il prodotto al momento dell’invaso presenta una temperatura di circa 85°C.
Per garantire la sicurezza e la qualità del prodotto finito viene eseguito il trattamento di sanificazione (pastorizzazione) eseguita a una temperatura di 75°C per 3-4 minuti al cuore del prodotto, con una sonda campione posta all’interno del barattolo campione posizionandolo al centro del pastorizzatore.
Al termine viene effettuato un raffreddamento il più

Ed ecco qui come il prodotto da agricolo si è trasformato ad agroalimentare.

Torna su