Dieta Mediterranea

La Dieta Mediterranea nasce storicamente nei nostri territori e si ispira ai principi di genuinità e naturalezza che caratterizzano da sempre i prodotti campani. Seguire i principi della Dieta Mediterranea significa quindi determinare un sano rapporto con il cibo per vivere meglio e più a lungo.

La base alimentare quotidiana prevista dalla Dieta Mediterranea in linee generali è:

  1. Elevato consumo di frutta, verdura, legumi, noci, semi, pane e cereali (meglio se integrali).
  2. Consumo moderato di pesce, uova, latticini, carne bianca, pochissima carne rossa e, solo saltuariamente, dolci.
  3. Assunzione regolare di molta acqua e (compatibilmente al credo religioso e alle abitudini) di limitate quantità di vino (da bere in corrispondenza dei pasti principali).
  4. Uso pressoché esclusivo di olio extravergine di oliva quale condimento grasso per cucinare e per insaporire i cibi crudi.

In particolare:

  • Prediligere il pane preparato con soli ingredienti fondamentali: acqua, farina (possibilmente integrale) e sale.
  • Prevedere il consumo della pasta come primo piatto, condita con pomodoro e olio di oliva. La pasta va cotta al dente, perché è più digeribile e consente di prolungare il senso di sazietà.
  • Le verdure vanno cotte con poca acqua. Si consiglia, inoltre, di recuperare l’acqua di cottura per la preparazione di altri cibi, al fine di recuperare parte delle vitamine e dei minerali che altrimenti andrebbero perduti.
  • Limitare il consumo di carni rosse perché sono ricche di grassi saturi, prediligere le carni bianche e magre e consumare frequentemente pesce, in particolare pesce azzurro (alici, sgombri, tonno, sarde), ossia quello tipico del bacino mediterraneo.
  • Consumare un bicchiere di vino durante i pasti (ove non controindicato e quando già si è abituati a farlo), anche se è l’acqua (preferibilmente non gasata) la bevanda per eccellenza (consumare almeno 1,5 litri ogni giorno).
  • Utilizzare la pasta o il riso per la preparazione di piatti unici e di ottimo valore nutritivo, come ad esempio pasta e legumi o il minestrone con formaggio grattugiato.
  • Prediligere l’olio di oliva come grasso di condimento. Tutti gli oli hanno lo stesso contenuto di grasso) (1 g = 8,75 calorie), ma quello extravergine di oliva è il più digeribile ed è il più saporito e pertanto richiede minori quantità d’uso ed è molto ricco di vitamina E con
    elevato potere antiossidante.
  • Utilizzare almeno circa 5 porzioni giornaliere di frutta e verdura (1 porzione è pari a circa 100 grammi), alternandole sapientemente nei 5 colori della salute (bianco giallo-arancione, rosso, verde e violetto).
Torna su